Statuto - AmorSportiva1948

Vai ai contenuti

Menu principale:

Società




 
STATUTO
 
Art.1

 
La Denominazione dell’associazione è “Amor Sportiva” Associazione Sportiva Dilettantistica.
I colori sociali son BIANCO / AZZURRO, ma potranno variare su delibera del Consiglio Direttivo, senza procedere alla modifica del presente statuto.
La sede sociale è sita in Saronno Via Larga, 7 nei locali del Centro Giovanile della Parrocchia San Giovanni Battista.

Art.2 – SCOPI

Amor Sportiva è una Associazione Polisportiva, volontaria, apolitica e senza scopo di lucro (no profit) che ha l’obbiettivo di favorire la crescita morale e umana nonché fisica di tutta la fascia giovanile sia maschile che femminile, in un ambiente di ispirazione cristiana.
Sviluppata la sua funzione mantenendo uno stretto coordinamento con l’ambiente oratoriano e facendo riferimento per le fasce di età più giovane, alle direttive proposte dalla F.O.M. (Federazione Oratori Milanesi). Amor Sportiva rispetta inoltre lo statuto ed il regolamento del C.O.N.I. (Comitato Olimpico Nazionale Italiano).
 
L’obbiettivo primario è di coinvolgere, attraverso la pratica di diverse discipline sportive, compresa l’attività didattica, l’interesse delle nuove leve, seguendone con attenzione le future propensioni, connesse ad un sano ed aggiornato divertimento.
Per il raggiungimento di queste finalità, l’Associazione favorisce anche una indispensabile partecipazione fattiva dei genitori, amici, parenti e di chiunque abbia a cuore lo sviluppo concreto per un sano impegno di crescita.
 
Le impostazioni formative, le innovazioni di attività e di organizzazione, non devono essere in contrasto con gli indirizzi di base concordati con il Parroco di Cassina Ferrara, garante della supervisione spirituale.
 
Art.3 – SOCI

L’Associazione Amor Sportiva prevede le seguenti tipologie di soci:
 
a)      ONORARI
b)      SOSTENITORI
 
 
c)      ORDINARI

A)     I soci ONORARI sono:
 
1.                  i soci fondatori.
 
2.                  gli esponenti meritori per la fedeltà dimostrata all’Associazione.
 
3.                  le personalità il cui operato porta beneficio all’immagine societaria.

I soci Onorari sono nominati dall’Assemblea dei soci su proposta del Presidente e/o del Consiglio Direttivo.

B)   I soci SOSTENITORI sono:
1.                  coloro che corrispondono le quote sociali, determinate ogni anno dal Consiglio Direttivo.
 
2.                  le persone che, anche senza una partecipazione operativa, sorreggono l’Associazione sotto l’aspetto economico-finanziario.

3.                  i rappresentanti degli sponsor.
 
L’iscrizione all’Associazione dei soci SOSTENITORI è subordinata:
·                   alla presentazione della domanda di ammissione ed al pagamento delle quote sociali riferite al punto 1.
 
L’ammissione a socio SOSTENITORE è deliberata dal Consiglio Direttivo entro 30 gg. Dalla presentazione della domanda di iscrizione.
L’eventuale rifiuto deve essere motivato. Il socio rifiutato può fare ricorso al Collegio dei Probiviri.
 
C)   I soci ORDINARI sono:
 
1.                  tutte le persone che operano con spirito volontaristico e gratuitamente per il raggiungimento degli scopi sociali. La loro nomina dovrà essere ratificata annualmente dal Consiglio Direttivo.

2.                  uno dei due genitori in rappresentanza per ciascun atleta con età inferiore ai 18 anni e in regola con la quota di iscrizione annuale, definita per ciascuna categoria sportiva. In
                    alternativa i genitori possono delegare un altro familiare, comunicandone il nome per iscritto.
3.                  tutti gli atleti con età superiore ai 18 anni che risultano in regola con il pagamento della quota di iscrizione annuale.
4.                  quegli atleti con età superiore ai 18 anni ed esentati dal pagamento della quota d’iscrizione annuale, che il Consiglio Direttivo delibererà di riconoscere come soci ordinari su proposta di
                    uno dei suoi membri.
Si intende inferiore o superiore ai 18 anni, l’età riscontrata al 1° settembre dell’anno in corso.

La quota d’iscrizione annuale è il contributo economico che gli Atleti sono tenuti a versare per la gestione delle attività sportive e sarà determinata ogni anno dal Consiglio Direttivo, che potrà anche stabilire eventuali deroghe al suo pagamento

Tutti i soci sono vincolati all’accettazione senza riserve del presente statuto ed all’espletamento di tutti quegli adempimenti in esso previsti e possono partecipare all’Assemblea Ordinaria o Straordinaria dei Soci con diritto di voto.
All’atto dell’iscrizione. Al socio viene rilasciata la tessera sociale, unico documento atto a qualificarlo come tale

Tutti i soci si obbligano a sottoporre qualsiasi controversia unicamente al giudizio del Collegio dei Probiviri.

Il socio decade dalla sua qualifica per una delle seguenti cause:

·         dimissioni presentate al Consiglio Direttivo;
 
 
·         mancato pagamento delle quote sociali entro i termini stabiliti;
 
 
·         radiazione decretata dal Consiglio dei Probiviri ed approvata dall’Assemblea dei Soci. La radiazione deve essere comunicata per iscritto.

Art.4 – ORGANI DELL’ASSOCIAZIONE

Gli organi dell’associazione sono i seguenti:

·          assemblea dei Soci

·          presidente onorario

·         presidente

·         consiglio Direttivo

·         collegio dei Probiviri

·         vicepresidenti

Le altre cariche quali:

·         direttore Generale

·         responsabile Amministrativo

·         direttore Tecnico

·         direttori Sportivi

·         responsabile Relazioni Esterne

·         segretario

·         magazziniere
·         dirigenti Accompagnatori

·         allenatori

·         addetti agli Spogliatoi
 
Sono incarichi di tipo operativo e pertanto non regolate dal presente statuto bensì dal regolamento interno redatto ed aggiornato ogni anno sociale a cura del Consiglio Direttivo.

Art.5 – ASSEMBLEA DEI SOCI

L’Assemblea dei Soci è composta da tutti i soci che possiedono i requisiti indicati all’Art.3.

Si riunisce due volte l’anno in Seduta Ordinaria, su convocazione del Presidente, per approvare:

·         il piano di attività della stagione, sia per quanto concerne il profilo economico che riguardo alla attività da svolgere ed agli obbiettivi da raggiungere;

·         il bilancio consuntivo.

L’Assemblea dei Soci potrà essere convocata anche in seduta Straordinaria ogni volta che il Presidente lo ritenga opportuno, oppure su richiesta motivata e sottoscritta dall’intero Consigli Direttivo o dalla maggioranza dei soci.

La convocazione avviene mediante comunicazione esposta nell’apposito albo, con almeno quindici giorni di anticipo.
 
In prima convocazione, l’Assemblea delibererà validamente in presenza della metà più uno dei soci, in seconda convocazione potrà deliberare validamente qualunque sia il numero dei partecipanti. Le deliberazioni dell’Assemblea sono prese a maggioranza dei soci presenti.

All’Assemblea dei Soci, oltre a quanto prima esposto compete di:
 
·         eleggere il Presidente;

·         eleggere alcuni membri del Consiglio Direttivo;

·         eleggere alcuni membri del Consiglio dei Probiviri;

·         approvare l’allargamento dell’Associazione a nuovi ambiti di attività;

·         approvare la radiazione da socio dell’Associazione;

·         modificare lo Statuto.

Art.6 – PRESIDENTE ONORARIO

E’ l’unica figura non eleggibile, in quanto la carica è riservata al Parroco, pro tempore, di Cassina Ferrara, a cui compete di:

·         fissare gli indirizzi di carattere etico dell’Associazione;

·         esprimere parere positivo sul personale direttivo proposto dal Presidente;

·         richiamare il Presidente al rispetto degli indirizzi concordati;

·         presiedere il Collegio dei Probiviri.

Art.7 – PRESIDENTE (P)

Viene eletto dall’Assemblea dei Soci convocata in seduta straordinaria. La candidatura del Presidente deve essere presentata con un documento sottoscritto da almeno 30 (trenta) soci in regola rispetto a quanto esposto all’Art.3. In caso di più candidature risulterà eletto Presidente il candidato che avrà ottenuto il maggior numero di voti.

Rimane in carica 4 (quattro) anni (ciclo olimpico) ed è rieleggibile.

Decade su mozione di sfiducia presentata dall’intero Consiglio Direttivo o dalla maggioranza assoluta dei soci o per sue dimissioni, che comunque, salvo cause di forza maggiore, potranno essere presentate non prima della fine della stagione in corso.

Nel periodo che intercorre fra la decadenza del mandato e la elezione del nuovo Presidente, il Consiglio Direttivo nomina con votazione a maggioranza semplice un “Reggente” per la normale amministrazione, con obbligo di convocare entro 30 (trenta) gg. L’Assemblea Straordinaria per la nomina del nuovo Presidente.

Il Presidente è la massima carica operativa ed ha la rappresentanza legale dell’Associazione.

A lui spettano la firma degli assegni e la responsabilità ed il controllo su tutte le attività dell’Associazione.

Ha inoltre i seguenti compiti:

·         presiede il Consiglio Direttivo;

·         nomina i Vice Presidenti, alcuni membri del Consiglio Direttivo ed in generale lo staff direttivo e tecnico della Società;

·         garantisce il costante collegamento con le iniziative della Parrocchia e del Centro Giovanile di cui l’Associazione è parte;

·         definisce e sottopone per l’approvazione al Consiglio Direttivo o all’Assemblea dei Soci le linee strategiche e gli obbiettivi di medio e breve termine;

·         è responsabile degli aspetti finanziari e delle politiche di sponsorizzazione e dell’immagine dell’Associazione;

·         rappresenta l’Associazione presso gli organi sportivi di competenza e presso l’Amministrazione Comunale;

·         può delegare i compiti sopra elencati o parte ad altri membri dell’Associazione.

Art.8 – CONSIGLIO DIRETTIVO (C.D.)

Il Consiglio Direttivo è presieduto dal Presidente

Oltre allo stesso, è formato da un organico non superiore a 15 membri:

·         i Vice Presidenti, il Direttore Generale e i Direttori Sportivi.

·         2 proposti dai settori sportivi (1 dirigente e 1 allenatore) che rimangono in carica finché ricoprono il ruolo per cui sono stati eletti.

·         3 eletti dall’Assemblea dei soci

·         1 delegato dal Presidente Onorario

I rimanenti saranno nominati dal Presidente.
Il Segretario partecipa alle riunioni del C.D. per la stesura dei verbali.
Il Consiglio Direttivo  è l’organo esecutivo collegiale dell’Associazione, rimane in carica per 4 (quattro) anni (ciclo olimpico) e i suoi membri verranno rieletti dopo la riconferma del Presidente in carica o successivamente alla nomina di un nuovo Presidente.

I suoi compiti principali sono :

·         preparazione del budget annuale da sottoporre all’approvazione dell’Assemblea dei soci;

·         discussione e approvazione degli obiettivi e dei programmi di breve medio termine proposti dal presidente e/o dai Vari responsabili sociali;

·         verifica almeno una volta al semestre del rispetto dei programmi e valutazione della adeguatezza dei risultati raggiunti;

·         irrogazione di eventuali misure disciplinari;

·         approvazione del calendario di manifestazioni patrocinate dall’Associazione;

·         nomina di eventuali Delegati per lo sviluppo di obiettivi specifici.

Il Consiglio Direttivo si riunisce in seduta ordinaria almeno una volta ogni 2 mesi .

In casi straordinari ogni volta che il Presidente lo ritenga opportuno, oppure su  richiesta del Collegio dei Probiviri o di un terzo dei consiglieri

La convocazione dovrà avvenire per iscritto o tramite e-mail ed essere esposta all’albo almeno 5 giorni primi
Per la validità delle riunioni del C.D. è richiesta la presenza della maggioranza dei consiglieri. Le  deliberazioni sono prese a maggioranza di voti dei presenti. In caso di parità il voto del presidente vale doppio.

Il consigliere assente per tre riunioni consecutive senza giustificato motivo, sarà considerato dimissionario e sostituito nell’ambito del suo settore di provenienza.
Per la sostituzione dei membri eletti dall’Assemblea dei soci si farà ricorso al primo o ai primi tra i  non eletti, oppure si procederà alla convocazione di una assemblea straordinaria per l’elezione dei nuovi membri .

Qualora in seguito a dimissioni venisse a mancare la maggioranza dei consiglieri, tutto il Consiglio Direttivo è da considerarsi decaduto e dovrà essere convocata l’Assemblea Straordinaria per la nomina di un nuovo Consiglio Direttivo.

Al fine di  agire con flessibilità e prontezza nella gestione corrente, viene eletto all’interno del C.D.  un COMITATO ESECUTIVO (C.E.)  formato da  5 rappresentanti.  
Il C.E. è presieduto dal Presidente o da un suo Delegato
Le decisioni prese dal C.E. devono essere comunicate al C.D. nella  seduta  immediatamente successiva. Il C.D. in tale sede delibera eventuali rettifiche.

Art.9 – COLLEGIO DEI PROBIVIRI

Il Collegio dei Probiviri è costituito dal Presidente Onorario, o suo delegato con l’aggiunta di due membri  nominati dall’Assemblea dei Soci.
Ha il compito di:

·         vigilare sull’osservanza dello statuto e del regolamento interno e sul comportamento dei Soci;

·         pronunciarsi sui ricorsi presentati dai soci o aspiranti soci non accettati dal Consiglio Direttivo.

Art.10 – ATLETI

Gli atleti sono la risorsa principale dell’Associazione.

·         ogni atleta iscritto assume il ruolo di socio, salvo quanto disposto all’art.3 .

·         gli atleti devono senza eccezione sottoporsi a tutti gli adempimenti di carattere medico ed assicurativo previsti per la pratica sportiva a cui sono iscritti;

·         ogni squadra ha la facoltà di nominare un proprio portavoce (genitore per gli atleti di età inferiore ai 18 anni ) che avrà diritto di partecipazione alle riunioni del C.D., mediante richiesta
          scritta da presentare al  C.D. stesso che analizza la richiesta e comunica l’assenso alla partecipazione  a tutta la seduta del C.D. o al singolo/i punto/i in discussione;

·         l’abbandono dell’attività sportiva da parte di un atleta deve essere immediatamente segnalata al C.D. che indagherà  sulle motivazioni della decisione;

·         provvedimenti disciplinari nei confronti di Atleti prima di essere adottati devono essere posti alla attenzione del Presidente dell’Associazione.

Art.11 – SICUREZZA DEGLI ATLETI

La sicurezza degli atleti e la salvaguardia della loro salute deve  ricevere la massima attenzione da parte dei responsabili ai vari livelli.
In particolare gli atleti non possono esercitare l’attività agonistica se non hanno superato  gli esami clinici e di laboratorio previsti dai regolamenti delle varie discipline.
Le uniche deroghe ammesse sono quelle dovute ai tempi tecnici di esecuzione delle visite nei termini ammessi dai regolamenti.

Il Presidente delega al  D.S. la responsabilità della soddisfazione degli adempimenti citati ed al D.G. il compito di controllare il rispetto di questo articolo dello statuto.

Art.12 – AZIONI DISCIPLINARI

Ogni SOCIO o ASSOCIATO è tenuto al rispetto delle norme che regolano l’attività di Amor Sportiva.

·         il socio potrà essere radiato al seguito di gravi infrazioni allo statuto o per gravi motivi;

·         tutti i SOCI, incaricati di una funzione gestionale, e tutti gli ASSOCIATI che, senza preavviso o giustificazione non prestino attività di sostegno, di servizio o, comunque, di presenza per un
          periodo continuato di tre mesi, decadono automaticamente dalla loro carica e dal loro ruolo, perdendo qualsiasi prerogativa;

·         le dimissioni da socio dovranno essere presentate per iscritto al Consiglio direttivo o al Presidente.

Art.13 – MODIFICHE DELLO STATUTO

Lo statuto può essere modificato soltanto dall’Assemblea dei soci su proposta del Consiglio Direttivo all’unanimità o di almeno la metà dei Soci.
Le modifiche devono essere approvate dalla maggioranza assoluta dei Soci  presenti all’Assemblea nella quale la modifica è stata posta nell’ordine del giorno di convocazione.

Art.14 – CHIUSURA ESERCIZIO

Il bilancio verrà chiuso al 31 Dicembre e approvato entro il 20 Aprile dell’anno successivo.

Amor Sportiva è una Associazione Polisportiva senza scopi di lucro (no Profit) pertanto gli eventuali avanzi di gestione non potranno essere suddivisi tra i Soci.

Art.15 – DURATA E SCIOGLIMENTO DELL’ASSOCIAZIONE

La Durata della Associazione è illimitata.

In caso di scioglimento della Associazione, le eventuali rimanenze saranno donate, con deliberazione della Assemblea dei Soci, ad altra Associazione senza scopo di lucro.

Art.16 – DISPOSIZIONI FINALI

Per quanto non compreso nel presente statuto decide l’Assemblea dei Soci a maggioranza assoluta dei partecipanti

Il presente Statuto risulta una revisione dell'ultima edizione datata 2 Luglio 1999; è stato redatto, discusso ed approvato nel corso della Assemblea di Soci tenutasi in data odierna.



Cassina Ferrara 16 Maggio 2005
Torna ai contenuti | Torna al menu